Squatter ’99 e Sbarco dei Pirati, un binomio indissolubile

Estate 1999, nelle borgate si comincia a respirare il clima di quello che sarà il 74° palio del golfo… I paesi iniziano a colorarsi con i propri vessilli ed i pronostici su chi vincerà la disfida fanno da padrone nelle discussioni dei borgatari ma anche dei semplici turisti che ogni anno vivono con passione il nostro Palio del Golfo.

Già… I borgatari, anima e corpo di questa manifestazione, quelli che sanno dare una spinta in più al proprio armo e tra questi borgatari alcuni si distinguono per folklore e rumorosità, altri per essere meno spettacolari ma non per questo meno appassionati. Tra i primi citati (con ammissione anche dei rivali) ci siamo senza dubbio noi … Gli SQUATTERS ’99 !!!

L’attaccamento ai colori bianconeri di CADIMARE (la nostra borgata) è una passione che si tramanda fin dagli albori del palio e non c’è gara dove i nostri vogatori rimangano senza il nostro incitamento sia (come si dice) nella “buona e nella cattiva sorte”.

Estate 1999, è in quel periodo che dopo alcune, diciamo “dimostrazioni di tifo appassionato”, il gruppo prende il nome di “SQUATTERS ’99” con chiaro riferimento al più famoso gruppo anarchico precisando però la totale estraneità ad alcun accostamento politico o quant’altro possa far risalire al gruppo originale.

1° Agosto 1999, nella giornata più importante il CADIMARE trionfa nel 74° palio del golfo e il legame tra gli Squatters e la loro borgata diventa sempre più importante. Purtroppo gli anni seguenti saranno avari di risultati sportivi, ma saranno senza dubbio ricchi di risultati sotto l’aspetto organizzativo del nostro tifo… Grazie a questo entusiasmo, che si rinnova stagione dopo stagione, è nata l’idea della “Festa di Cadimare”, “LO SBARCO dei PIRATI”.

Inverno 2009, in un’imprecisata serata di fine febbraio, all’interno dei locali della vecchia ‘Prora’, ritrovo degli S’99, tutto sembra procedere seguendo il solito tran-tran; le discussioni sul Palio del Golfo, i pronostici su chi vincerà il campionato di calcio e così via, il tutto condito con qualche buon boccale di birra. Ad un certo punto della serata viene fatta una proposta:“Perché per festeggiare il decimo anniversario degli SQUATTERS non facciamo una festa tutta nostra sul tema dei pirati, sullo stile di altre manifestazioni simili, considerato il fatto che solo noi siamo considerati i veri pirati del golfo”? (premesso che nessun riferimento storico ci riconduce ai tempi in cui i pirati imperversavano anche nei nostri mari).

Detto e fatto, da quel momento è nata una corsa contro il tempo per organizzare il nostro primo “SBARCO dei PIRATI”, una corsa anche contro lo scetticismo di una parte SQUATTERS ‘99 e SBARCO dei PIRATI, UN BINOMIO INDISSOLUBILE Il Direttivo, unitamente ai Soci della Società di Mutuo Soccorso di Cadimare, dedicano la straordinaria vittoria del 25° Palio del Golfo all’indimenticato Presidente ANGELO PERILLO, prematuramente scomparso BORGATA REMIERA del paese che non vedeva di buon occhio una manifestazione di tal genere. Grazie però all’impegno di tante persone e alla disponibilità degli enti preposti per concedere permessi e spazi vari, il 26 Giugno 2009 i ‘pirati’ sbarcano a Cadimare con una presenza notevole di folla entusiasta per questo evento unico nel panorama del nostro golfo. 25 Giugno 2010 la festa si ripete, questa volta con ancor più visitatori della scorsa edizione (secondo stime 8-10000 persone).

Nonostante gli immancabili problemi organizzativi e le piccole paure di poter eguagliare i successi delle due precedenti edizioni, anche quest’anno si sta lavorando per quello che sarà il nuovo “SBARCO dei PIRATI” che si terrà in Giugno con nuove ed entusiasmanti idee ….. sempre in movimento ….. L’associazione “LO SBARCO dei PIRATI” nata a tutela della festa si sta proponendo con iniziative fini all’interesse della comunità cadamota, vedi il contributo economico per il recupero dell’area giochi ormai fatiscente e l’omaggio di un bellissimo abete di Natale (che manca ormai da due anni) che sarà allestito nei prossimi giorni in mezzo al paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.