DE.CO.: Questa Sconosciuta

DE.CO. SIGNIFICA “DENOMINAZIONE COMUNALE” è stata pensata da Luigi Veronelli per salvaguardare la memoria storica e le tradizion di un luogo.Veronelli considerava le DE.CO. come la strada maestra per evitare che gesti e saperi potessero annullarsi nel tempo, sotto la manipolazione di un sistema controllato dalle grandi industrie, anche con alimenti manipolati geneticamente.Da questo concetto nacque quindi il movimento delle DE.CO. a salvaguardia e difesa dei sapori, dei saperi e delle tradizioni di ogni comunità.

Le DE.CO. quindi non sono marchi di qualità (tipo DOC, DOCG, IGT, ecc.), ma delle attestazioni che legano in modo anagrafico la derivazione di un prodotto al suo luogo di origine.Sono dei certificati notarili contrassegnati dal sindaco, a seguito di una delibera comunale, quindi il riconoscimento di una produzione che ha un valore identitario per la comunità.Rappresentano quindi il vero ed autentico patrimonio genetico tipico del prodotto di quel territorio.

La Pro Loco Cadimare che ha come tutte le pro loco il compito di cercare, curare e mantenere vive le tradizione della propria terra, nella consapevolezza di continuare un’opera iniziata dalla “Ass. Cadimare 2000”operante fin dall’anno 2000 sul territorio, ha fatto sua una ricetta riguardante un pesce povero ma estremamente gustoso e con la sapiente regia delle “Ragazze di Cadimare – tutte Signore cui non manca l’esperienza” ha confezionato, mantenedolo sempre aderente alla tradizione sia nel modo di lavorarlo che nell’utilizzo dei prodotti (inserendo, nella catena di produzione, utensili nuovi come l’abbattitore, la conservazione sotto vuoto) un prodotto da sempre legato al borgo e cioè: l’ACCIUGA RIPIENA DI CADIMARE.

A questo punto, dopo circa venti anni ufficiali di trattazione della acciuga ripiena come bandiera del borgo, la Pro loco Cadimare ha sentito la necessità di tutelare questo prodotto e dare anche la giusta fama che il prodotto si è conquistato, a detta dei sempre più numerosi avventori/estimatori non solo locali ma anche di altre regioni, sì perchè, nella convinzione di far conoscere un valido prodotto che potesse rappresentare la nostra terra, è stata portata in Piemonte, patria degli acciugai della valle Maira, ove ha conosciuto un successo veramente al di fuori di ogni aspettativa.Ciò ha permesso di stabilire contatti di conoscenza e di amicizia che si protraggono ormai da anni.

Alla luce di questi fatti la Pro Loco Cadimare, credendo di fare un a cosa giusta, ha presentato richiesta al comune della Spezia di formalizzare per L’Acciuga Ripiena di Cadimare la DE.CO.;il responsabile della trattazione della pratica l’Assessore Lorenzo Brogi ed i suoi collaboratori, nonostante i gravosi impegni istituzionali, sono riusciti dopo lunghi contatti anche a livello regionale a dar vita all’iter per l’assegnazione della DE.CO. al prodotto presentato dalla Pro Loco. Finalmente la lunga strada si sta concludendo e dalle pagine di questo giornale la Pro loco Cadimare rivolge all’Assessore Lorenzo Brogi ed al suo staff un sentito ringraziamento per lo sforzo profuso per il raggiungimento di questo importante traguardo.

A piè di questa notizia si porta a conoscenza dei Cadamoti che il marchio “Cadimare il Borgo dell’acciuga ripiena” è ora di proprietà della Pro loco Cadimare, il giusto riconoscimento alle signore. Il Ministero dello Sviluppo Economico, a seguito di richiesta della Pro Loco, ha rilasciato alla stessa (Titolare al 100%) , l’Attestato di registrazione per Marchio d’Impresa valido sino al 30 agosto 2028 e in seguito rinnovabile. La procedura di registrazione del marchio è stata seguita da Serena Marro, il progetto grafico è dell’Arch. Mario Meola. Questo idea potrà aprire nuovi orizzonti per il nostro borgo, ma questa è un’altra storia.

Sergio Cavanna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.